Banner Viaggindaco
 
Introduzione allo Yoga a cura di Ivan Di Piazza
 

 

 

   

 

Il grande Maestro

La parola Yoga deriva dalla radice sanscrita yug che significa ‘unire’, aggiogare. Essa perciò significa congiungere tutte le dimensioni dell’uomo (la mente, il corpo, la coscienza profonda) in un'unica dimensione che le trascenda. Significa anche disciplinare il corpo, la mente, le emozioni, la volontà, ed indirizzare questi strumenti verso un unico fine. Il fine è la scoperta di una dimensione universale della coscienza che va oltre ed è più profonda della ristretta identificazione dell’ego-persona. A questa dimensione si da il nome di Kaivalya, Moksha o liberazione.
Lo Yoga rappresenta la rinascita ad una nuova consapevolezza; da una vita abitudinaria, automatica, che attribuisce grande peso agli schemi mentali utilizzati per tradurre il mondo, verso una coscienza più alta ed una esistenza piena e divina.
Lo Yoga è forse il più antico sistema filosofico-esistenziale e di pratiche per lo sviluppo consapevole della persona. Utilizza in gran parte una modalità ingiuntiva, cioè conduce attraverso specifici esercizi fisici, psichici e coscienziali sulla via della piena realizzazione del Sé.
E’ una disciplina millenaria, che contatta i diversi piani dell’essere umano: fisico, psichico, energetico e coscienziale. Permette quindi di conquistare una maggiore agilità corporea (livello fisico), riportare prima di tutto la mente al corpo per costituire consapevolmente una unità di ordine superiore che trascende sia la mente che il corpo. Già soltanto il pieno compimento di questa solida base integrata, costituisce un alto livello di realizzazione umana, che consente di abbattere gran parte dell’ansia e dello stress inutili a cui
siamo sottoposti e vivere più pienamente le proprie relazioni. Questo livello fornisce inoltre una grande scioltezza del corpo, della mente, serenità interiore in tutte le situazioni, ed ogni tipo di depressione diventa solo un ricordo. Gran parte dei danni e delle disarmonie dovute alla debolezza del corpo e della mente ed alla loro dissociazione, vengono dissolti.
Da questa solida base armonizzata si può procedere senza timore attraverso la meditazione e le pratiche verso l’Assoluto, la non-identificazione, la non-dualità.
Si può paragonare l’essere umano ad uno strumento musicale, che deve essere accordato per produrre melodie. Gli esercizi Yoga accordano il corpo, la mente e l’anima e ne fanno un tutt’uno armonico, “eufonico”.
Oggi, più che in ogni altra epoca della storia dell’umanità, gli occidentali sono sottoposti a stre ss e tensioni che non sono attrezzati per affrontare. Sempre più persone fanno uso di tranquillanti, di sonniferi e di altre sostanze nel vano tentativo di “aggiustare” l’ansia attraverso interventi esterni. Lo Yoga insegna come affrontare lo stress non solo a livello fisico ma anche mentale e spirituale: non solo scioglie le tensioni e le rigidità muscolari, ma permette di individuare e sciogliere i blocchi interiori che spesso sono alla base di tale rigidità.
Gli antichi Yogi possedevano una profonda comprensione della natura umana e di tutto ciò di cui l’uomo ha bisogno per vivere in armonia con se stesso e con ciò che lo circonda. Essi percepivano il corpo come un veicolo alla cui guida vi è la mente, mentre hanno indagato cosa vi è oltre la mente, indicando livelli di coscienza di non-mente e di pura consapevolezza dell’Essere. L’azione, le emozioni e l’intelligenza sono le tre forze che muovono il veicolo-corpo, tre forze che devono essere in equilibrio per consentire
all’individuo uno sviluppo integrato del suo pieno potenziale.
Partendo dall’interrelazione tra corpo e mente, lo Yoga nacque come metodo unitario per mantenere l’equilibrio, un metodo che combinasse tutti i movimenti necessari alla salute fisica con la respirazione, il rilassamento e le tecniche di meditazione.

Due modalità di conoscenza

Storia e significato dello Yoga

Le radici della sofferenza

I cinque principi dello Yoga

L’esercizio fisico

La respirazione

L’alimentazione

La meditazione

Copyright 2013 ViaggIndaco