LogoViaggIndaco
 
Passeggiare in Kerala
 

 

 

   
 

Stirare

Stirano solo gli uomini! La casta dei lavandai si occupa anche di stirare. Chi possiede una vera e propria lavanderia stira in locali coperti al riparo dal sole e dalle piogge monsoniche. Altrimenti, basta un carretto, della brace ardente, un ferro da stiro e andando di casa in casa ci si procura da vivere. L’uomo che stira “parcheggia” il suo carretto fuori delle casa, gli si consegnano gli indumenti da stirare e lui li restituisce perfettamente stirati e piegati.

 

Calzolaio

In Kerala si ripara tutto perché ogni bene deve durare a lungo! Le scarpe sono un bene prezioso in questo paese ed in quanto tale a loro dedicano la vita una miriade di calzolai. Alcuni possiedono dei locali in muratura, ma la maggior parte di questi artigiani apre il proprio laboratorio ogni mattina sui marciapiedi.
Questo è il calzolaio al quale mi rivolgo quando devo far riparare le scarpe.
Quando presenta il conto, spiega dettagliatamente il costo della riparazione eseguendo i calcoli con un dito sul palmo della mano. Non c’è l’ombra di una calcolatrice!!! Eppure i clienti seguono attentamente i calcoli e poi, siccome oltre ad essere bravo è anche estremamente onesto, pagano e se ne vanno soddisfatti. Certo…quello dei conti sul palmo della mano lascia attoniti anche i passanti!!!

Costruire una scopa

In Kerala si utilizza tutto! Mohan ci ha insegnato a costruire la scopa “da uomo” per il giardino. Prima si poggiano i rami di palma caduti spontaneamente o raccolti dopo la potatura stagionale sul muro di recinzione per farli seccare. Dopo alcuni giorni le foglie di palma sono elastiche e rigide al punto da costituire la base perfetta per una scopa. ( fino a qualche anno fa ricordo che i nostri operatori ecologici, allora conosciuti come spazzini, usavano una cosa simile!)
La scopa “per donna”…non ha il manico!!! Daiiii…non ridete.
La scopa che usano le donne è fatta solo di fili di palma secchi tenuti insieme da un filo di foglia di ananas. Le donne assumono una posizione particolare nell’usare questo piccolo arnese. Tengono la mano sinistra poggiata sul rene sinistro e con l’altra impugnano la scopa. Con la schiena piegata e le gambe divaricate iniziano a passare la scopa eseguendo un dondolio ripetitivo su movimenti ritmici che quasi sembra una danza. Non è un atto sbrigativo e viene svolto con un rigore rituale.
Ogni mattina si inizia spazzando l’area circostante della casa. Solo dopo aver finito di pulire l’esterno si inizia con l’interno.

 

Copyright 2013 ViaggIndaco